Diorama

Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit luptatem accusantium doloremque laudanti.

Follow Me On Instagram
Search

Il salone di Ginevra 2018

Dall’8 al 18 marzo si è tenuta l’ottantottesima edizione del Salone di Ginevra, la vetrina internazionale sul mondo dell’auto più importante e prestigiosa d’Europa.

Anche quest’anno ERRE Technology è stata presente a questo imperdibile evento.

Al Salone di Ginevra hanno partecipato 180 famose case automobilistiche, con oltre 900 modelli e 100 anteprime mondiali.

LE PRINCIPALI NOVITA’

In questa edizione del Salone di Ginevra si è confermata la tendenza dei suv-crossover, come il nuovo BMW X4, la Jeep Wrangler e Compass del gruppo FCA. Tra gli altri suv emergono la Jaguar I-Pace, che è la prima auto elettrica del brand, la Urus firmata Lamborghini, il Land Rover SV Coupè, e la nuova generazione di Audi Q3.

Per quanto riguarda le nuove berline tra le novità principali troviamo la quinta generazione della Mercedes Classe A, che propone un sistema di riconoscimento vocale avanzato gestito dall’intelligenza artificiale, e la nuova Audi A6 caratterizzata da un sistema mild-hybrid e connettività.

“Oggi ogni vettura che esce dai nostri stabilimenti è un concentrato di tecnologia, motoristica, dinamica e di connettività, senza però perdere qualcosa cui teniamo molto, il piacere di guida. Non va dimenticato, in un momento in cui si parla di tecnologia, che chi compra un’Audi vuole il piacere di guida che è nato con il sogno di Quattro e ci ha accompagnato in questi ultimi 40 anni”. (Fabrizio Longo – Direttore Audi Italia)

Tra le supercar italiane Alfa Romeo ha proposto la Giulia e la Stelvio Quadrifoglio in occasione del suo 108˚ anniversario; la Ferrari 488 Pista con un motore V8 da 720 CV; la Huracan Performante Spyder e l’Aventador S di Lamborghini; la Zerouno Duerta con il marchio “Italdesign Automobil Speciali”, una versione a tetto aperto della Coupè mostrata lo scorso anno da Italdesign. Il nome “Duerta” è un termine dialettale piemontese che significa proprio “aperta”,  questo per sottolineare l’origine della casa madre torinese.

Nell’ambito delle auto sportive si distinguono la Porsche 911 GT3 RS, la McLaren dedicata al pilota Ayrton Senna, la Toyota Supra realizzata in collaborazione con BMW, la serie limitata dell’ Audi R8 V10 RWS e infine l’Aston Martin che ha presentato la Valkyrie AMR Pro con un motore V12 da 1.100 CV.

 

L’AUTO DEL FUTURO – Connettività e guida autonoma

Durante la manifestazione a Ginevra è stata data particolare importanza, da parte dei vari brand, alla visione dell’automobile del futuro.

Ad esempio, Audi ha inaugurato l’E-Tron Sportback, il primo suv elettrico del brand destinato a diventare una vera e propria icona. E’ dotato di tre motori elettrici in grado di portarlo fino a 210 km/h con un’accelerazione da 0-100 in 4,6 secondi, e un’autonomia di 500 km. Sarà il primo di una serie di venti vetture che debutteranno entro il 2025.

Sempre con riferimento al gruppo Volkswagen, è stato presentanta la Concept car I.D. Vizzion, con la quale si intende dimostrare qual è la sua vision per il futuro: il volante e la pedaliera verranno sostituiti da un’interfaccia per i comandi vocali e gestuali, che poggia su un sistema di intelligenza artificiale, ottenendo così la totale automazione dei processi di guida. Sulla Volkswagen I.D. Vizzion il guidatore sarà infatti totalmente libero di dedicarsi a ciò che vuole durante il tragitto, viaggiando a zero emissioni.

Audi, Italdesign ed Airbus hanno presentato la Pop.Up Next, un’ evoluzione dell’auto volante inaugurata già l’anno scorso. Il nuovo modello combina l’agilità di un’utilitaria a due posti con la libertà e la flessibilità di un veicolo aereo con decollo e atterraggio verticale, congiungendo così il settore automobilistico e quello aerospaziale. Rispetto alla Pop.Up 2017, Airbus ha perfezionato il design aerodinamico e degli interni.
Le caratteristiche principali sono i sistemi ADAS per la guida autonoma e l’HMI basato sul riconoscimento facciale per l’attivazione dei comandi e dei servizi di bordo.

Rimaniamo in attesa di vedere le nuove proposte del prossimo Salone di Ginevra 2019.

 

Francesca, ERRE GES

 

Share